L’ho fatto, sono partita da sola

Ebbene sì dopo averci pensato, aver fatto una lacrimuccia, mille dubbi e duemila paranoie ho deciso e a metà ottobre ho prenotato un volo per il Portogallo.

Ora sono qui a Porto per la mia prima esperienza in un viaggio in solitaria e la prima parte del mio viaggio (trascorrerò tre settimane qui a porto e poi tre settimane a Lisbona).

Un miscuglio di emozioni

La prima emozione in assoluto che ho avuto è la paura, non quella di partire, di prendere un aereo o di vivere in ostello (per me prima esperienza in assoluto) ma la paura di non riuscire a conoscere nuove persone, di restare da sola e di sentirmi spaesata in un paese nuovo senza avere tutti i miei confort.

Vero! Il primo giorno mi sentivo in un altro mondo, la sveglia all’alba non mi ha aiutata per essere lucida e capire al meglio dove volevo andare e dove mi stavo dirigendo.

Mi sono sorpresa in un attimo perché nel giro di poche ore avevo già conosciuto i primi Amici… già proprio così quando viaggi in questo modo conosci persone che, come te, stanno condividendo esperienze e hanno voglia di mettersi alla prova, di scoprire il mondo e di avventurarsi in nuovi mondi che spesso ci portano fuori dalla nostra zona di comfort.

Uscire dalla zona di comfort

Questa sicuramente è la cosa più sfidante che sto affrontando. A casa è tutto conosciuto, non ci sono momenti in cui non ti senti a tuo agio o che non sai bene come muoverti o come comportarti!

Qui in una settimana ho sicuramente avuto dei momenti difficili… soprattutto un paio di giorni in cui mi sono sentita un po’ in ansia e fuori dal mondo. Niente di grave ma il non riuscire a dormire bene alla notte, uscire dalla routine che ormai mi ero creata e non riuscire a mangiare bene come vorrei mi ha destabilizzata.

Questo è sicuramente normale e con il tempo verrà sempre più facile ma un paio di giorni fa mi sembrava una cosa invalicabile e che avevo paura di non riuscire a superare.

Fidatevi le apparenze spesso ingannano, soprattutto se vi fate delle aspettative e delle paranoie su voi stessi.

Sono sempre convinta di essere una super donna, piena di energie, che può fare tutto e che non deve mostrare mai le sue debolezze o meglio deve rinchiuderle in un piccolo scrigno e farle uscire solamente in momenti poco opportuni o arrivando a scoppiare e a non riuscire a gestire le aspettative verso se stessa.

Questa esperienza è cominciata da poco ma mi sta facendo capire molte cose di me stessa e sto conoscendo molte persone nuove, nuovi amici, nuove storie e trovando moltissime nuove opportunità per imparare ogni giorno anche dalle esperienze degli altri.